Home Geotermia News La geotermia al centro della candidatura di Volterra a Capitale italiana della...

La geotermia al centro della candidatura di Volterra a Capitale italiana della cultura 2021

Il sindaco e il comitato promotore in sopralluogo all’Arena geotermica di Larderello: «Una magnificente arena di pietra sorta in un sito di archeologia industriale all'interno di una vecchia torre di raffreddamento della centrale Enel Green Power»

446
0
CONDIVIDI

Il sindaco e il comitato promotore in sopralluogo all’Arena geotermica di Larderello: «Una magnificente arena di pietra sorta in un sito di archeologia industriale all’interno di una vecchia torre di raffreddamento della centrale Enel Green Power»


La geotermia rappresenta un’importante colonna nel percorso di candidatura di Volterra a Capitale italiana della cultura 2021, avviato dalla partecipazione del Comune al relativo bando aperto dal ministero per i Beni e le attività culturali e per il turismo.

Sono molti i sindaci geotermici che sostengono l’iniziativa, in quanto Volterra rappresenta il punto d’incontro di un territorio che spazia dalla Valdera all’area pisana, dalla Valdelsa alla Valdicecina, quest’ultima luogo simbolo della geotermia nel mondo.

Non a caso anche in questi giorni di pandemia l’Arena geotermica di Larderello è stata al centro delle attenzioni di Volterra: «Accolti dalla sindaca di Pomarance, Ilaria Bacci – scrive il primo cittadino Giacomo Santi – la nostra giornata di lavoro e sopralluoghi operativi nei siti simbolo del dossier di candidatura di Volterra a Capitale della cultura, insieme al direttore di candidatura, Paolo Verri, l’assessore alle Culture, Dario Danti, e a tutto il team organizzativo, termina nelle Rovine Circolari, la magnificente arena di pietra sorta in un sito di archeologia industriale all’interno di una vecchia torre di raffreddamento della centrale Enel Green Power di Larderello e trasformata in un teatro all’aperto unico al mondo».

Il riferimento è all’Arena geotermica, un palcoscenico unico al mondo realizzato nel 2017 da  Enel Green Power  in collaborazione con il Comune di Pomarance all’interno di una vecchia torre di raffreddamento nell’area della centrale geotermica Nuova Larderello, già Larderello 3. Si tratta di un ampio spazio per spettacoli a cielo aperto, che può contenere fino a 300 persone: un’arena che riesce ad unire un’acustica ottima – grazie all’ambiente delimitato dalle pareti basse della torre di raffreddamento – con uno scenario suggestivo, che unisce elementi di archeologia industriale per la valorizzazione storica, culturale e artistica dell’area geotermica.

Una realtà dunque perfettamente in linea con lo spirito della candidatura di Volterra.

«La nostra candidatura – conferma il sindaco Santi – sarà uno dei pilastri fondamentali della strategia di ripartenza e valorizzazione turistica, culturale ed economica di tutto il territorio».