Home Geotermia News Monterotondo Marittimo sostiene le famiglie per il riscaldamento da fonti rinnovabili

Monterotondo Marittimo sostiene le famiglie per il riscaldamento da fonti rinnovabili

Pubblicato con CoSviG il nuovo bando. Termine: «Il Comune è impegnato da tempo in un percorso di buone pratiche in campo ambientale»

113
0
CONDIVIDI

Pubblicato con CoSviG il nuovo bando. Termine: «Il Comune è impegnato da tempo in un percorso di buone pratiche in campo ambientale»


Il Comune di Monterotondo Marittimo, insieme al Consorzio per lo Sviluppo delle Aree Geotermiche (CoSviG), attingendo alle risorse economiche legate alle royalty geotermiche, ha predisposto anche per quest’anno un bando per erogare ai cittadini un contributo a parziale copertura delle spese relative ai consumi per il riscaldamento e produzione di acqua calda sanitaria tramite rinnovabili.

Il bando è incentrato sugli immobili non allacciati al teleriscaldamento, l’infrastruttura che – usando i cascami di calore derivanti dalla produzione geotermoelettrica – permette un sostanziale abbattimento delle tariffe pagate da parte dei cittadini, oltre a consentire una drastica riduzione delle emissioni (sia climalteranti, sia inquinanti) rispetto ai metodi di riscaldamento tradizionali.

In un’ottica di sostenibilità ambientale e sociale, per permettere di conseguire benefici anche ai cittadini non allacciati al teleriscaldamento, il Comune ha deciso di sostenere l’impiego negli immobili di altre fonti energetiche rinnovabili.

«Il Comune di Monterotondo Marittimo – dichiara nel merito il sindaco, Giacomo Termine – è impegnato da tempo in un percorso di buone pratiche in campo ambientale che nel 2019 ci hanno portato a vincere il premio nazionale Comuni virtuosi. Crediamo molto in questo percorso e lo stiamo portando avanti con il massimo impegno, attraverso iniziative che riguardano la mobilità e l’educazione ambientale, ma anche con gli incentivi. Questo bando ad esempio è teso a promuovere l’utilizzo delle fonti energetiche rinnovabili».

Più nel dettaglio, dall’Amministrazione comunale spiegano che il contributo può essere concesso ai soggetti proprietari o aventi titolo di immobile catastalmente censito nel Comune di Monterotondo Marittimo, non allacciato al teleriscaldamento, né connesso direttamente a conduttura Enel di vapore/fluido geotermico; il contributo è concesso esclusivamente per l’immobile di residenza e il richiedente dovrà risiedere nell’abitazione almeno dal 15 ottobre 2018.

Per quanto riguarda invece il combustibile utilizzato, questo deve rientrare nelle categorie legna da ardere; biomassa di origine legnosa (nocciolino, pellet, cippato etc) o biomassa originaria da scarti agroalimentari di provenienza interna alla regione Toscana, in modo da favorire lo sviluppo sostenibile del territorio.

Il contributo previsto dal bando è pari al 60% della spesa sostenuta con previsione di un aumento del 10% nel caso in cui il combustibile sia acquistato da un produttore con sede legale e operativa nel comune di Monterotondo Marittimo: in ogni caso il contributo massimo erogabile a domanda è di 900 euro, che può salire di ulteriori 100 euro nel caso dell’acquisto del combustibile da produttore locale.

Per quanti sono interessati al bando – che resterà aperto fino al 31 luglio 2022 – è possibile trovare la documentazione completa e la relativa domanda sulle pagine CoSviG: https://www.cosvig.it/bando/avviso-pubblico-per-lerogazione-di-contributi-per-le-spese-relative-ai-consumi-per-il-riscaldamento-domestico-e-acqua-calda-sanitaria-tramite-fonti-energetiche-rinnovabili-nel-comune-di-monte-2/

Le domande devono pervenire entro fine luglio in una delle seguenti modalità: per posta elettronica certificata a posta@pec.cosvig.it, oppure per raccomandata con ricevuta di ritorno, oppure a mezzo corriere o con  consegna a mano al seguente indirizzo: Sportello Energia, Comune di Monterotondo Marittimo, via Licurgo Bardelloni 64, 58025 Monterorondo Marittimo.