Home formazione Nella aree geotermiche toscane arriva il Programma per lo sviluppo dei fornitori...

Nella aree geotermiche toscane arriva il Programma per lo sviluppo dei fornitori Enel

Baldi: «Vogliamo accompagnare un numero maggiore di imprese che lavorano con noi verso una crescita sostenibile»

261
0
CONDIVIDI

Baldi: «Vogliamo accompagnare un numero maggiore di imprese che lavorano con noi verso una crescita sostenibile»


Lanciato da Enel a luglio 2020, il Supplier development program (ovvero il Programma per lo sviluppo dei fornitori) si apre adesso a oltre 6mila aziende presenti in Italia per supportare il percorso di crescita dei fornitori e, allo stesso tempo, contribuire al raggiungimento degli obiettivi strategici del gruppo Enel.

«Anche in Toscana e sui territori provinciali, comprese le aree geotermiche, le aziende fornitrici di Enel potranno usufruire di questa opportunità», spiegano dalla società che ha in gestione l’intero parco geotermoelettrico ad oggi attivo in Toscana, in grado di soddisfare circa il 30% del fabbisogno elettrico regionale.

Un parco impianti che è dunque indispensabile mantenere in perfetta efficienza: sotto questo profilo, da Enel Green Power stimano investimenti per 42 milioni di euro all’anno (come media del triennio 2018-2020) appaltati alle imprese dei territori geotermici per manutenzione degli impianti e di realizzazione dei pozzi.

Più nel dettaglio, il Programma si rivolge alle aziende, con sede o filiale in Italia, qualificate o in fase avanzata di qualificazione nell’albo dei fornitori di Enel, mettendo a disposizione a condizioni vantaggiose servizi finanziari e di advisory, oltre che di training manageriale e tecnico; si tratta di occasioni pensate per favorire, nelle aziende partecipanti, la crescita finanziaria e manageriale, contribuendo a sviluppare una maggiore efficienza dei costi, una maggiore attenzione all’innovazione, alla sostenibilità, all’internazionalizzazione, alla digitalizzazione e all’espansione delle attività anche ad altri ambiti.

«La grande sfida della transizione energetica coinvolge necessariamente anche i nostri fornitori senza i quali il raggiungimento degli obiettivi di decarbonizzazione, attraverso la crescita delle energie rinnovabili, della digitalizzazione delle reti e dell’elettrificazione dei consumi, non sarebbe possibile – commenta Alda Paola Baldi, responsabile Procurement Enel Italia – Con l’ampliamento della platea del Supplier development program vogliamo accompagnare un numero maggiore di imprese che lavorano con noi verso una crescita sostenibile capace di aumentare la loro competitività ed efficienza e allo stesso tempo contribuire alla creazione di valore per le comunità in cui operano».

L’adesione al Programma è gratuita, ed Enel supporterà le aziende nell’individuare i percorsi più adatti ai rispettivi obiettivi di crescita. Il regolamento del programma è disponibile sul sito web https://globalprocurement.enel.com/.