Home formazione Monterotondo M.mo: MUBIA, il Geomuseo delle Biancane, riapre ai visitatori dopo il...

Monterotondo M.mo: MUBIA, il Geomuseo delle Biancane, riapre ai visitatori dopo il lockdown

Accessi in sicurezza e per tutto il mese in corso bambini e i ragazzi fino ai 18 anni entrano gratuitamente. Il sindaco Termine: «Siamo felici di tornare gradualmente alla normalità»

374
0
CONDIVIDI

Accessi in sicurezza e per tutto il mese in corso bambini e i ragazzi fino ai 18 anni entrano gratuitamente. Il sindaco Termine: «Siamo felici di tornare gradualmente alla normalità»


L’arrivo di giugno ha segnato la rinascita di MUBIA, il Geomuseo delle Biancane inaugurato appena un anno fa a Monterotondo Marittimo e costretto negli ultimi due mesi a chiudere le porte ai visitatori a causa del lockdown legato alla pandemia da Covid-19.

Ma adesso che l’emergenza sanitaria sta rientrando MUBIA sboccia di nuovo.

A giugno sarà infatti visitabile tutti i fine settimana dal venerdì alla domenica, con i seguenti orari: la mattina dalle 10 alle 13 e il pomeriggio dalle 15.30 alle 18.30.

Inoltre, nel mese in corso, i bambini e i ragazzi fino a 18 anni potranno accedere gratuitamente.

Chi vorrà potrà inoltre unire al Geomuseo la visita al vicino Parco delle Biancane, sempre aperto con ingresso gratuito.

«La riapertura del MUBIA è per noi il simbolo della ripartenza – commenta Giacomo Termine, sindaco di Monterotondo Marittimo – in quanto il geomuseo delle Biancane rappresenta il cuore culturale del nostro piccolo comune e, insieme al Parco delle Biancane, la principale attrazione».

Se infatti il Parco Naturalistico delle Biancane è la principale attrattiva turistica del territorio di Monterotondo Marittimo, dove la naturale presenza della geotermia ha conferito al luogo una bellezza unica tanto da richiamare 17mila accessi l’anno, MUBIA è l’innovativo museo nato per svelare le cause sotterranee che determinano la geodiversità di questo luogo così speciale, che affonda le sue radici nel calore della geotermia.

Allestito all’interno dei locali della ex-centrale geotermica dei Lagoni Boraciferi, MUBIA trova il proprio punto focale in una sorta di “geo-nave” in grado di accompagnare i propri ospiti alla scoperta della geotermia e del sottosuolo delle Biancane; attraverso proiezioni su grandi schermi, la geonave accompagna infatti il visitatore in un viaggio multimediale, immersivo ed emotivamente coinvolgente.

Adesso, tutte le visite potranno svolgersi secondo i protocolli di sicurezza messi in campo per fronteggiare i rischi di contagio.

«Le visite – dettagliano dal Comune – saranno in totale sicurezza grazie alle misure adottate nel rispetto della normativa sul distanziamento sociale. All’interno del Museo potranno accedere al massimo 12 persone in contemporanea e al massimo 6 all’interno della geonave. La durata massima della visita sarà di 1 ora. La distanza interpersonale obbligatoria 1 metro. Presidi obbligatori richiesti per poter entrare: mascherina, guanti e calzari monouso».

Website MUBIA: http://www.mubia.it/

Info: portadelparco@comune.monterotondomarittimo.gr.it 

Tel.335/1017368

Web: http://www.turismomonterotondomarittimo.it/biancane.php