Home Geotermia News Turismo e geotermia: a Monterotondo Marittimo sta nascendo un nuovo percorso wellness

Turismo e geotermia: a Monterotondo Marittimo sta nascendo un nuovo percorso wellness

Il sindaco Termine: «I percorsi benessere legati all’acqua sono attrattivi se collocati in luoghi di particolare pregio ambientale, con le manifestazioni geotermiche naturali avrà un appeal straordinario»

223
0
CONDIVIDI

Il sindaco Termine: «I percorsi benessere legati all’acqua sono attrattivi se collocati in luoghi di particolare pregio ambientale, con le manifestazioni geotermiche naturali avrà un appeal straordinario»


Geotermia e turismo rappresentano un connubio sempre più forte nella Toscana dal cuore caldo, con il Comune di Monterotondo Marittimo che ha scelto di investire nella realizzazione di un nuovo percorso wellness dalle caratteristiche uniche, con piscine di acqua calda che affacceranno sul Parco delle Biancane.

«È l’ultimo grande progetto in ordine di tempo che abbiamo pensato per garantire a Monterotondo Marittimo un ulteriore salto di qualità in termini di offerta turistica, dopo gli investimenti dell’amministrazione comunale sul Mubia, sul Parco delle Biancane e sulla biblioteca comunale. – dichiara il primo cittadino, Giacomo Termine – I percorsi benessere legati all’acqua sono attrattivi se collocati in luoghi di particolare pregio ambientale e in questo senso Monterotondo Marittimo, con le sue manifestazioni geotermiche naturali avrà un appeal straordinario».

Il progetto preliminare (curato dall’architetto David Fantini) è stato presentato ieri dal sindaco durante un’assemblea pubblica, e arriva a valle del prestigioso riconoscimento Travellers’ Choice 2021 assegnato da Tripadvisor sia al MUBIA – il geomuseo inaugurato nel 2019, e che da allora ha continuato a migliorarsi per offrire a visitatori e turisti un’esperienza sempre più immersiva e coinvolgente – sia al Parco delle Biancane, che ormai dal 2015 rappresenta un’attrazione di livello internazionale grazie al riconoscimento come “sito UNESCO” (è infatti parte del Parco delle Colline metallifere – Tuscan Mining UNESCO Global Geopark).

Il percorso riadatta e valorizza un sentiero esistente che parte sul fianco destro del museo MUBIA e risale verso la parte alta delle Biancane, circondato da alberi di alto fusto e prati ed è pensato come una passeggiata nel bosco, scandita dall’acqua e arricchita dai servizi. Il tutto in un luogo di altissima qualità, ricco di vegetazione, con scorci e affacci sul paesaggio unico delle Biancane.

Più in basso, su un versante più esposto, una serie di gradinate in legno con terrazze disegneranno una zona dove prendere il sole, leggere e riposare prima di proseguire verso due ambienti diversi, posti uno di fronte all’altro: sul versante est una serie di vasche ampie formano piccole cascate aperte a tutti, mentre nella parte ovest si trova un grande prato, che offrirà i servizi, la sauna, il bagno turco, il bagno di vapore e l’hamman, realizzati all’interno di cubi di acciaio corten, a cui accedere in piccoli gruppi per poi immergersi in una grande vasca d’acqua fredda.

«L’area wellness sarà un volano turistico ed economico importante per il futuro del nostro Comune e per tutta l’area delle Colline metallifere, perché rappresenterà un unicum a livello regionale: parliamo di un percorso all’aperto, perfettamente integrato nell’ambiente esterno e al tempo stesso ricco di servizi strutturati. Era importante caratterizzarci per non fare brutte copie dei centri termali vicini, e direi che abbiamo raggiunto l’obbiettivo», conclude Termine.