Home Geotermia News Santa Fiora: dalla geotermia risorse per le imprese giovani, femminili e le...

Santa Fiora: dalla geotermia risorse per le imprese giovani, femminili e le start-up innovative

Da Comune e CoSviG un bando da 60mila euro. Il sindaco Balocchi: «Con la banda ultralarga ora ci sono condizioni migliori per i giovani che scelgono di investire sul proprio territorio»

139
0
CONDIVIDI

Da Comune e CoSviG un bando da 60mila euro. Il sindaco Balocchi: «Con la banda ultralarga ora ci sono condizioni migliori per i giovani che scelgono di investire sul proprio territorio»


Dalla coltivazione sostenibile di una risorsa rinnovabile autoctona, la geotermia, arrivano nuovi fondi per sostenere l’imprenditoria giovanile, femminile e le startup innovative sul territorio.

Succede a Santa Fiora, dove il Comune – attraverso CoSviG, il Consorzio per lo Sviluppo delle Aree Geotermiche – ha lanciato un bando aperto fino al 31 dicembre 2020 che (salvo rifinanziamenti) mette in campo 60mila euro: «Un aiuto economico concreto per chi vuole realizzare il proprio progetto imprenditoriale qui a Santa Fiora», spiega il sindaco Federico Balocchi.

«Puntiamo con questo bando sui giovani, sulle startup e sull’imprenditoria femminile per garantire un dinamismo imprenditoriale che porti reddito nel territorio comunale. Adesso che è operativa la banda ultralarga – sottolinea il primo cittadino – ci sono delle condizioni migliori per i giovani che scelgono di investire sul proprio territorio, anziché trasferirsi fuori, in cerca di lavoro».

Grazie alle risorse e all’intervento della Regione, oltre a 48 chilometri di cavi, a Santa Fiora sono infatti stati appena connessi 3.501 edifici alla fibra ottica, in grado di garantire una banda ultra larga per connessione online a velocità fino a 1.000 Mbit/s, aprendo nuove possibilità in termini di smart working e di imprenditoria locale.

«Le risorse erogate dal Comune tramite i bandi CoSviG – precisa Balocchi – rientrano nel piano per la ripartenza varato dal Consiglio comunale, che movimenterà un totale di oltre 800mila euro. Questo è il valore complessivo del pacchetto di interventi che hanno impegnato quest’anno il Comune in uno sforzo economico importante, per sostenere le famiglie e le imprese, dopo il fermo dei mesi scorsi legato all’emergenza sanitaria».

Entrando nel dettaglio della misura, sono incentivabili gli interventi finalizzati alla creazione di nuove attività ubicate nel territorio del Comune di Santa Fiora, ma anche progetti in nuovi locali di imprese che qui hanno già una sede, a condizione che questa non venga chiusa.

I progetti devono prevedere un ammontare minimo di spesa pari a 5mila euro, mentre il contributo massimo riconosciuto a ciascun richiedente è di 10mila euro.

Il contributo avrà intensità pari al 30% delle spese ammissibili di progetto, incrementabile fino ad un’intensità massima del 50% per le sole start-up innovative.

Il programma di investimento dovrà essere realizzato entro 12 mesi dal riconoscimento del contributo, mentre i progetti dovranno essere cantierabili al momento della presentazione della domanda, da recapitarsi esclusivamente mediante invio per PEC al seguente indirizzo: posta@pec.cosvig.it.

Per maggiori dettagli sulle categorie di spesa per le quali è possibile richiedere il contributo è possibile visionare tutta la documentazione online, sulla pagina CoSviG dedicata al bando.

Ulteriori informazioni e supporto per la partecipazione al bando possono inoltre essere richiesti agli uffici CoSviG con sede in Santa Fiora inviando una mail a santafiora@cosvig.it, oppure contattando telefonicamente i seguenti recapiti telefonici: (cell. e WhatsApp) 366/8338509 o (fisso) 0564/977624; oppure ancora direttamente presso la sede, al secondo piano del palazzo comunale, in piazza Garibaldi 25, negli orari di apertura al pubblico, dal lunedì al venerdì dalle ore 9 alle ore 13.