Home Notizie dai territori Montieri: nella piazza del paese la cabina elettrica diventa un’opera d’arte

Montieri: nella piazza del paese la cabina elettrica diventa un’opera d’arte

A realizzare il progetto è stato il designer internazionale Carlo Cialli, grazie alla collaborazione tra Comune di Montieri ed E-Distribuzione, la società del Gruppo Enel che gestisce la rete elettrica. L’inaugurazione si svolgerà sabato 29 febbraio. Il Sindaco di Montieri Nicola Verruzzi: “un’opera straordinaria che arricchisce la nostra comunità”.

5869
0
CONDIVIDI

Una cabina elettrica che si trasforma in opera d’arte: è quanto accaduto a Montieri dove il designer internazionale Carlo Cialli ha realizzato un’opera di street art in ricordo del pittore locale Ivano Danti, a quattro anni dalla sua morte.

Per omaggiare questa figura cara al territorio e all’arte, Cialli ha riprodotto in modo originale le famose anfore di Danti sulla parete della cabina elettrica che sorge in piazza XXV Aprile, nella zona centrale del paese

L’iniziativa è stata possibile grazie alla collaborazione tra il Comune di Montieri, l’artista Cialli ed E-Distribuzione, la società del Gruppo Enel che gestisce la rete elettrica di media e bassa tensione.

L’operazione si inserisce nel più ampio progetto “Impara l’arte e non metterla da parte” di Carlo Cialli il quale, nel presentare la sua opera, ricorda come questo sia “un progetto poliedrico, basato appunto sulla progettazione e di cui solo il risultato è street art.

Omaggiando il più grande artista contemporaneo di Montieri, Ivano Danti, ho cercato di realizzare un’opera che desse colore alla piazza moderna del paese favorendo anche un processo di gentrificazione tramite l’arte. Dopo 20 anni di assenza dalla Toscana, dedico questo progetto a Danti e a Montieri”.

L’opera sarà inaugurata sabato 29 febbraio alle ore 16:00 alla presenza del Sindaco di Montieri Nicola Verruzzi, di Carlo Cialli e di rappresentanti di E-Distribuzione, che ha già promosso numerosi interventi di street art sulle cabine elettriche in Toscana, dai dipinti dei pittori del Mugello ai murales di Grosseto, dal verde verticale di Calenzano al mosaico di Pievasciata, dal dipinto ‘Il nonno e il bambino’ di Tregozzano ad Arezzo fino a ‘Il Volo, sguardo sulla Piana’ a Sesto Fiorentino e “Il Mare” ad Albinia. Si tratta di iniziative che valorizzano il territorio attraverso la realizzazione di opere d’arte su impianti che normalmente hanno una funzione tecnica: con questi interventi si unisce tecnologia ed arte e le cabine, già snodi elettrici importanti per il servizio elettrico, diventano anche elemento di attrazione dal punto di vista estetico ed artistico, con benefici per la sostenibilità ambientale, il decoro urbano e la diffusione della cultura.

“Carlo Cialli è un grande designer ed un genio autentico – ha detto il Sindaco di Montieri Nicola Verruzzi – ha regalato a Montieri un’opera straordinaria che arricchisce e qualifica la comunità e che tributa nel giusto modo Ivano Danti. Siamo felici, come Comune, di averlo supportato e di aver lavorato affinché il progetto si realizzasse. Ringrazio E-Distribuzione che ha sostenuto da subito l’idea sposandola con entusiasmo”.

Dopo il diploma artistico, Carlo Cialli si è iscritto a Scienze dell’Automobile di Modena, dove ha approcciato la progettazione. Dopo la tesi, ha concluso il suo percorso accademico a Milano con un master in industrial design. Cialli ha sempre lavorato nella progettazione del veicolo e nel mobile, per diversi anni stabile a Milano, in Inghilterra, Francia e Portogallo. A 29 anni, supportato dall’ex sindaco della capitale inglese Boris Johnson, ad oggi primo ministro britannico, ha sviluppato il primo concept di una vettura elettrica pubblica per la città di Londra. Attualmente Cialli si occupa di stile e progettazione a 360 gradi in Toscana e dal 1999 ha sparse opere murarie in giro per il mondo. Presente anche nel murales più lungo di Europa nella sua città natale, Piombino.