Home Geotermia News Dalla geotermia oltre 26 milioni di euro per la viabilità toscana: il...

Dalla geotermia oltre 26 milioni di euro per la viabilità toscana: il punto sul grossetano

Un Accordo Quadro stipulato tra CoSviG, Regione Toscana, Province e Comuni prevede investimenti diretti sul territorio per circa 32,6 milioni di euro, circa la metà dei quali per il miglioramento delle infrastrutture dell’area geotermica grossetana (sia tradizionale che amiatina)

114
0
CONDIVIDI

La geotermia toscana non offre solo elettricità – oltre il 30% della domanda regionale – e calore – teleriscaldamento per oltre 10mila utenti residenziali nonché aziende dei territori geotermici, insieme a circa 30 ettari di serre e caseifici – da fonte rinnovabile, ma anche un ingente ammontare di risorse economiche per promuovere in molti modi lo sviluppo sostenibile del territorio.

A 10 anni dall’Accordo generale sulla Geotermia del 2007 (e più precisamente il 22/12/17) CoSviG, Regione Toscana, Province e Comuni sottoscrittori hanno, infatti, siglato un nuovo Accordo Quadro con il quale viene destinata una parte del Fondo Geotermico per il finanziamento di investimenti pari a circa 32,6 milioni di euro nei territori delle aree geotermiche.

Tra gli interventi oggetto di finanziamento spiccano il cofinanzimento di (2,5 milioni di euro) per la realizzazione del teleriscaldamento geotermico di Piancastagnaio e quello per il centro storico di Santa Fiora (1 milione di euro), il cofinanziamento (di 200 mila euro) per il potenziamento della rete idrica e di 500.000€ per la ricostruzione dell’edificio scolastico a Monteverdi M.mo, e, soprattutto, importanti miglioramenti della viabilità – spesso interessata da movimenti franosi – nelle province di Siena, Grosseto e Pisa per un totale di 26.715.466,88 euro

In particolare, all’interno dell’Accordo Quadro, sono stati assegnati 4.735.466,88 euro per opere ricadenti nell’area della provincia senese, 5.260.000 per quella pisana e ben 16.720.000 per quella grossetana.

È quindi alla viabilità grossetana che viene riservata la fetta in assoluto più ampia dello stanziamento dedicato agli assi viari dell’area, ed è dunque utile fare osservare più in dettaglio lo stato dell’arte.

Dei quasi 17 milioni di euro previsti circa 7,4 sono rivolti alla messa in sicurezza del tratto grossetano della SS 439 (principalmente nel territorio del Comune di Monterotondo Marittimo) per il quale sono in corso trattative con ANAS – attuale gestore – per definire le priorità degli interventi. Il resto delle somme a disposizione per la viabilità provinciale è distribuito tra interventi nei territori dei comuni dell’area geotermica tradizionale e quella amiatina. Di seguito riportiamo il dettaglio dello stato degli interventi per i quali sono già stati sottoscritti i relativi accordi di programma tra Regione, CoSviG, Provincia di Grosseto (in qualità di ente gestore delle strade) e Comune interessato.

SP 5 nel Comune di Montieri. L’accordo di programma riguarda interventi di messa in sicurezza delle sede stradale e realizzazione di palificate a contenimento della scarpata di valle, al km 6+500, al km 7+500 ed al km 9+500 per un importo totale ( lavori/indagini e progettazioni) di € 830.000,00; le procedure di gara per l’affidamento dei lavori sono quasi concluse e la Provincia, nel rispetto delle procedure di legge, prevede di affidare il cantiere in tempi brevi.

SP 24 nel Comune di Roccalbegna. Si prevede la messa in sicurezza dei tratti dissestati, dal km 12+000 al km 27+000, per un importo totale di 600.000,00€; i lavori (il cui cantiere è stato consegnato a novembre 2018) sono in fase di conclusione, nel pieno rispetto del crono programma, e la conclusione delle opere è prevista per il mese di luglio 2019.

SP 160 nel Comune di Roccalbegna. L’accordo di programma impone la messa in sicurezza di tre eventi franosi nel tratto compreso tra il km 42+820 e il km 45+500, per un importo totale di 700.000,00; è al momento in corso l’adeguamento della progettazione dell’intervento, secondo le indicazioni degli enti preposti, al fine del rilascio del relativo permesso a costruire che consentirà l’ultimazione della fase progettuale e l’inizio della procedura per l’affidamento dei lavori.

SP 64 (Cipressino) nel comune di Castel del Piano. Sono previsti due interventi su questo tratto di strada. Il primo, per il quale sono in corso le procedure necessarie per l’approvazione della progettazione esecutiva, conclusasi recentemente, riguarda l’adeguamento e la rettifica del tracciato stradale (con la variante al tracciato attuale) nel tratto compreso tra il km 20+000 e il km 21+100 per un importo totale di 2.200.000,00€. Il secondo intervento sulla SP64, per il quale sarà sottoscritto a breve il relativo accordo, riguarderà l’adeguamento e la messa in sicurezza del tracciato stradale dal km 22+600 al km 25+000 per un importo stimato di circa 3.000.000,00.

È importante sottolineare infine che le economie di tutti gli interventi previsti nell’Accordo Quadro saranno reimpiegate, con il parere di tutti i soggetti sottoscrittori, per finanziare ulteriori interventi sui territori geotermici.