Home Geotermia News Caccia ai “tesori arancioni” di Santa Fiora, borgo tra i più belli...

Caccia ai “tesori arancioni” di Santa Fiora, borgo tra i più belli d’Italia grazie anche alla geotermia

L’iniziativa del Touring club coinvolge in tutta Italia solo 100 Comuni Bandiera arancione, tra i quali spicca il Comune amiatino

756
0
CONDIVIDI

L’iniziativa del Touring Club coinvolge in tutta Italia solo 100 Comuni Bandiera arancione, tra i quali spicca il Comune amiatino


Domenica 6 ottobre, dalle ore 10 alle 17, Santa Fiora sarà tra i protagonisti della Caccia ai tesori arancioni promossa dal Touring Club Italiano: un’iniziativa che si svolgerà in contemporanea in tutta Italia – le premesse sono quelle dalla più grande caccia al tesoro mai vista nel nostro Paese – coinvolgendo 100 dei 241 borghi Bandiera arancione, 16 dei quali in Toscana: tra questi spicca il Comune amiatino.

Il programma territoriale Bandiere Arancioni è stato lanciato 21 anni fa dal Touring Club Italiano, che ha messo a punto un apposito marchio di qualità per selezionare e certificare le piccole località dell’entroterra in base a rigorosi parametri turistici e ambientali (meno del 10% dei Comuni candidati ottengono il marchio).

La centrale geotermoelettrica di Bagnore 3

E anche Santa Fiora ha superato con successo la procedura e, ormai dal 2015, è stato riconosciuto tra i Borghi più belli d’Italia, per le numerose eccellenze che il suo territorio può offrire, da quelle enogastronomiche – come il marrone dell’Amiata, l’olio di olivastra seggianese e una vasta varietà di funghi – a quelle monumentali, tra le quali figurano anche le centrali geotermoelettriche di Bagnore, annoverate al pari di gioielli storico-architettonici quali Palazzo Sforza Cesarini, la Pieve delle sante Flora e Lucilla o la Chiesa della Madonna delle Nevi.

E non è un caso che proprio il territorio di questo comune amiatino contribuisca in modo rilevante al successo del turismo geotermico, che in Toscana richiama, in totale, circa 60.000 presenze l’anno.

La Caccia ai tesori arancioni sarà dunque un’occasione preziosa per scoprire le eccellenze di questo territorio e in particolare del suo centro storico, in modo originale e divertente.

La partecipazione – informano dal Comune – è gratuita e aperta a tutti: è necessario unicamente registrare la propria squadra inviando una mail a bandiere.arancioni@touringclub.it, indicando il borgo scelto oppure iscriversi on line al seguente link https://www.bandierearancioni.it/eventi/caccia-ai-tesori-arancioni-di-santa-fiora

Le squadre possono essere formate da un massimo di 6 partecipanti. Durante l’iscrizione on line, va segnalato il numero di persone e il nome della squadra nel box “Prenotazione evento” al quale si accede effettuando l’iscrizione al sito bandiere arancioni, come specificato nel box.

Domenica 6 ottobre, a Santa Fiora, le squadre inizieranno l’avventura dall’Ufficio Informazioni Turistiche, in piazza Garibaldi n°37, individuato come punto di partenza e di conclusione della caccia al tesoro.

Non è prevista una competizione tra squadre, ma ogni team che completerà il percorso riceverà un piccolo dono del territorio, che sarà consegnato  ritornando al punto di partenza.

Ogni partecipante riceverà 1 scheda indizi con 6 di quesiti legati al magico centro storico di Santa Fiora, per scoprire luoghi ed eventi del magnifico borgo bandiera arancione, ma anche persone, tradizioni e sapori.

Il personale in loco sarà a disposizione per informazioni sull’iniziativa, negli orari di apertura dell’ufficio.

Durante tutto l’evento e a conclusione delle caccia al tesoro, i partecipanti potranno condividere foto, video e gli avvenimenti della giornata con gli hashtag ufficiali dell’iniziativa: #tesoriarancioni

#touringclubitaliano

#bandierearancioni

Per informazioni: 0564 977142 – info@santafioraturismo.it