Home Cosvig Monteverdi M.mo: Il teleriscaldamento sarà una realtà

Monteverdi M.mo: Il teleriscaldamento sarà una realtà

320
0
CONDIVIDI
Due milioni di euro per il piano dei lavori

Fonte: La Nazione Volterra

Autore: La Nazione Volterra

ORMAI È una lotta contro il tempo: se non ci saranno intoppi, per il prossimo inverno il teleriscaldamento sarà una realtà. E’ con particolare soddisfazione che il sindaco Carlo Giannoni e l’assessore all’ambiente e alle energie rinnovabili Carlo Macchioni hanno annunciato che è stato superato lo scoglio più difficile per il proseguimento dei lavori. Si è sbloccato il finanziamento di circa due milioni di euro del piano regionale della geotermia a favore del comune di Monteverdi che quindi potrà procedere alla realizzazione di un progetto già in cantiere da tempo. L’unico ostacolo potrebbero essere e le avverse condizioni atmosferiche. Ma i cittadini che hanno già sottoscritto il contratto di utenza possono dormire sonni tranquilli: il teleriscaldamento si avvia a diventare una realtà. Con i due milioni del finanziamento sarà possibile portare la rete fino all’ingresso dei centri storici di Monteverdi e Canneto con esclusione per il momento delle zone lastricate. Inoltre si potrà provvedere all’acquisto e alla successiva installazione delle tre centrali previste. Già decisa la loro ubicazione: la prima sarà dislocata vicino al punto di prelievo del vapore al pozzo Enel Monteverdi 5; la seconda, quella specifica per Canneto nelle vicinanze della voliera; la terza, che servirà la rete di Monteverdi ai Piastroni. E’ in via di definizione anche l’acquisto degli scambiatori familiari. I tempi di esecuzione dovrebbero essere piuttosto rapidi. Entro giugno la posa dei tubi e l’ installazione degli scambiatori al limite delle proprietà private dovrebbe essere una realtà. A questo punto entreranno in scena i cittadini che dovranno realizzare a proprie spese ed entro l’autunno il collegamento tra lo scambiatore e il proprio impianto domestico. A questo punto potrà essere avviata la fornitura di acqua calda e per il riscaldamento. Nelle previsioni, quindi, il teleriscaldamento sarà una realtà del prossimo inverno.