Home Cosvig In ricordo di Piero Ceccarelli

In ricordo di Piero Ceccarelli

Una figura di grande spessore per il territorio dell'Alta Valdicecina e per la geotermia toscana che ha rappresentato la storia di Co.Svi.G. Un uomo che ha speso la sua intera vita per la comunità, non solo sotto il profilo politico, amministrativo ed istituzionale, ma anche sotto quello umano.

437
0
CONDIVIDI

Con la prematura scomparsa del presidente di Co.Svi.G. Piero Ceccarelli, ci lascia una persona che nutriva un profondo attaccamento per il territorio e che ha profuso il massimo impegno in ognuno dei numerosi incarichi che ha ricoperto.

Piero era nato a Montecerboli nel 1944 ed era sempre vissuto a Pomarance, fra quelle colline che tanto amava.

Dal 1967 al 1972 aveva lavorato alla Società Chimica Larderello, poi fu nominato segretario di zona della Cisl di Volterra con un lungo impegno di spessore anche nel sindacato, oltre che nel mondo politico.

Nel 1995 iniziò il suo impegno amministrativo: divenne vicesindaco del Comune di Pomarance con delega ai Lavori pubblici, carica che ricoprì di nuovo nel 2000 con deleghe a Sviluppo economico e Beni culturali.

Nel 2005 fu ancora assessore del Comune e anche vicepresidente della Comunità Montana Alta Val di Cecina.

Nel 2007 iniziò il suo impegno in Co.Svi.G. come presidente del Consiglio di Amministrazione, dal 2014 Amministratore Unico e di nuovo presidente del Cda dal 2018.

Una lunga carriera. con ruoli di primo piano, in cui Ceccarelli non ha mai smesso di battersi per il territorio, con un impegno quotidiano e senza mai mancare ad un appuntamento.

Con appassionati interventi nei consessi pubblici e con determinazione nei tavoli tecnici e istituzionali.

Un grande oratore ed un fine politico dotato di grandi capacità, a volte molto deciso, ma senza mai perdere quel profondo senso dell’umorismo che lo contraddistingueva.

Un carattere a tratti ruvido, ma sempre molto sagace e intelligente.

Dietro la riservatezza ed un apparente distacco, c’era la sua disponibilità e apertura verso gli altri: non era certo una persona irraggiungibile, perché viveva la piazza quotidianamente a diretto contatto con le persone, sempre in mezzo alla gente e a disposizione di tutti.

La stessa miscela di schiettezza e umanità la poneva alla base del suo rapporto con i dipendenti di CoSviG, di cui era guida e punto di riferimento. Chi lo ha potuto conoscere personalmente, oltre alla sua grande correttezza e al profondo senso del dovere, ha potuto apprezzare anche il suo lato umano: aveva sempre una parola e un pensiero per tutti, soprattutto per chi era in difficoltà.

Viveva la vita della comunità ben oltre i ruoli istituzionali ed era grande appassionato di calcio anche a livello locale, seguendo sempre il Pomarance ogni domenica.

In questi lunghi anni in Co.Svi.g. ha rappresentato la geotermia di tutta la Toscana traghettando il Consorzio verso il futuro. Oltre ad un grande vuoto, è una grande eredità quella che ci lascia Piero Ceccarelli.

Ciao Piero!