Home Cosvig I sindaci si incatenano per gli operai della Smith di Saline

I sindaci si incatenano per gli operai della Smith di Saline

666
0
CONDIVIDI
Protesta degli Amministratori Locali per la vertenza Smith Bits

Fonte: La Nazione, Cronaca di Livorno

Autore: I.P.

«CON I VOTI dei lavoratori è stata salvata la presenza produttiva di questa importante azienda. Malgrado alcuni tentativi di far saltare l’accordo su un terreno estremista e velleitario, ha prevalso il senso di responsabilità e sono stati salvati una realtà produttiva e 78 posti di lavoro. Certo, resta aperto il problema di una prospettiva di occupazione per gli altri lavoratori». Con queste parole, il presidente Enrico Rossi commenta il voto con cui l’assemblea dei lavoratori Smith ha dato mandato ai sindacati di arrivare alla firma dell’accordo con l’azienda. «La Regione – spiega il governatore toscano – sta lavorando con Eni ed Enel per la creazione, su nostra proposta, di un centro servizi per la manutenzione, riparazione e logistica di attrezzature per la perforazione di impianti geotermici, sinergico con il sito produttivo di Saline. Su questo tema, anche con il mio impegno personale, il governo si è assunto il compito di convocare Schlumberger, insieme ad Eni ed Enel».

UN TAVOLO già convocato e poi rimandato per problemi di agenda degli invitati. «Le date probabili – aggiunge Rossi – sono il 27, 29 e 30 luglio. Sono fiducioso che, entro la fine del mese, si possa tenere la prima riunione e che, dall’incontro, possa scaturire un percorso che consenta non solo il ricollocamento dei lavoratori, ma anche altre possibilità di sviluppo per l’area. E’ già accaduto che l’intervento regionale abbia salvato e rilanciato un’unità produttiva e di servizi, come nel caso di Sesta, e confido che qualcosa di analogo si possa costruire nel settore dei servizi specializzati per il mondo dell’energia». E stamani, alle 11 spaccate, nel cuore di Saline andrà in scena la protesta in catene dei sindaci dell’Alta Valdicecina.