Home Geotermia News Geotermia: la centrale di Larderello s’illumina per Dante Alighieri

Geotermia: la centrale di Larderello s’illumina per Dante Alighieri

Un’illuminazione architetturale per celebrare la Divina Commedia, mentre il nuovo progetto culturale e turistico del Comune di Pomarance prende il via

476
0
CONDIVIDI

Un’illuminazione architetturale per celebrare la Divina Commedia, mentre il nuovo progetto culturale e turistico del Comune di Pomarance prende il via


Concluso il Festival delle Colline Geotermiche – che ha proposto quest’anno un viaggio teatrale dall’Inferno al Paradiso nella stessa terra selvaggia che ispirò Dante nella stesura della Divina Commedia -, l’Arena Geotermica di Larderello – il suggestivo scenario realizzato nel 2017 all’interno di una vecchia torre di raffreddamento nell’area della centrale geotermica Nuova Larderello, già Larderello 3è tornata ad essere il palcoscenico ideale per nuove celebrazioni in onore dei 700 anni dalla morte del Sommo Poeta.

Lo scorso venerdì 10 Settembre, infatti, nel corso dell’evento speciale dall’evocativo titolo “Versan le vene le fumifere acque per li vapor che la terra ha nel ventre”, sono stati infatti presentati i risultati del concorso di idee indetto dal Comune di Pomarance per la realizzazione del più ampio progetto “Inferno”, che prenderà vita all’interno di una delle torri refrigeranti messe a disposizione da Enel.

Ad arricchire l’iniziativa la presenza di Luca Sommi, giornalista e critico d’arte di livello nazionale, che ha raccontato il suo ultimo libro “Il cammin di nostra vita” nel quale ripercorre canto per canto il poema dantesco.

«Finalmente – commenta la sindaca Ilaria Bacci – stiamo iniziando a vedere i risultati di mesi di lavoro che ci porteranno a realizzare un progetto culturale e turistico di assoluto livello. Ringrazio Enel Green Power per il supporto dato fino ad oggi. Con gli esiti del concorso di idee per la realizzazione dell’ “Inferno” possiamo davvero iniziare la fase esecutiva di un progetto che potrebbe portare sul territorio molti benefici».

Il tutto ha fatto da cornice al principale evento della serata, ovvero la proiezione sulle tre grandi torri della centrale Larderello 3 di tre raffigurazioni rappresentanti rispettivamente Inferno, Purgatorio e Paradiso, ottenute con i dipinti realizzati per l’occasione dal pittore decoratore Vieri Panerai, risultato anche vincitore del concorso di idee.

Immagini di grande impatto sensoriale, e che raffigurano due figure affiancate – una maschile e l’altra femminile – procedere come due anime nomadi nel viaggio che fu di Dante.

Sulla prima torre, l’abbraccio nel doloroso Inferno, fatto di sofferenza, fiamme e ghiaccio bruciante, vede le due figure stringersi in un abbraccio disperato, scomposto, frutto del peso e del caos che il peccato porta nello spirito, latore di infelicità e pianto.

Poi le figure migrano, nella seconda torre, in un Purgatorio dove i muscoli, da tesi nella sofferenza, si rilasciano, esausti nel corpo e nello spirito, in cui non vi è dolore, ma non vi è ancora gioia. Tuttavia, nella luce azzurra, seppure fredda, si avverte ancora un peso, più leggero, che lascia spazio alla speranza nella redenzione. Il capo, chino, ancora non consente di sollevare gli occhi a vedere la luce divina.

Infine il Paradiso, i corpi infine protesi verso il cielo a volteggiare in un abbraccio armonioso, nella dorata luce della Grazia e della beatitudine, il percorso alfine completato, e la ricompensa infine guadagnata, riunendosi l’Uomo a Dio.

Colpito anche il presidente della Regione Toscana Eugenio Giani, che ha voluto partecipare all’evento.

La proiezione sulla superficie esterna delle tre torri refrigeranti della centrale di Larderello – progettata e realizzata da Enel X attraverso un complesso sistema di illuminazione scenografica a LED di ultima generazione che, attraverso la mappatura delle superfici delle torri, permette di proiettare immagini evocative e grafiche – si potrà ammirare a partire dal calar del sole ogni giorno sino al 10 Settembre 2022. di immagini raffiguranti interpretazioni di Inferno, Purgatorio e Paradiso.

Con gli esiti del concorso di idee per la realizzazione dell’ ‘Inferno’ possiamo davvero iniziare la fase esecutiva di un progetto che potrebbe portare sul territorio molti benefici. Intanto le meravigliose proiezioni sulle torri refrigeranti di Vieri Panerai ci accompagneranno ogni sera per un intero anno, illuminando le notti del nostro territorio con la luce e la bellezza della Divina Commedia” ha aggiunto la sindaca di Pomarance, Ilaria Bacci.

«Siamo particolarmente felici – dichiara Luca Rossini, responsabile Geotermia Italia Enel Green Power – per questa collaborazione con il Comune di Pomarance che rappresenta un altro importante passo nel nostro percorso comune di valorizzazione della risorsa geotermica in chiave di turismo sostenibile, arte, storia e cultura. Un patrimonio di grande valore che merita di essere conosciuto e che trova compimento in questa ricorrenza speciale dei 700 anni dalla morte di Dante Alighieri, la cui ispirazione poetica è legata anche alle affascinanti terre dal cuore caldo di Larderello e della Toscana».