Home Cosvig COSVIG: un CdA per le sfide del domani

COSVIG: un CdA per le sfide del domani

Di nuovo al completo il consiglio di amministrazione del Consorzio per lo Sviluppo delle Aree Geotermiche per affrontare una nuova fase di sviluppo.

370
0
CONDIVIDI
Da sinistra a destra: il Presidente Emiliano Bravi; la Vicepresidente, Elisa Bindi; il Consigliere, Loris Martignoni

Di nuovo al completo il consiglio di amministrazione del Consorzio per lo Sviluppo delle Aree Geotermiche per affrontare una nuova fase di sviluppo.


Si è riunita a Radicondoli il 27 giugno scorso l’Assemblea dei Soci di CoSviG – il Consorzio per lo Sviluppo delle Aree Geotermiche, con il compito di reintegrare il CdA a seguito della tragica scomparsa del suo Presidente “storico”, Piero Ceccarelli, avvenuta poco più di un mese fa.

Una scelta che, a conti fatti, ha premiato la continuità e il percorso svolto: infatti, Emiliano Bravi, già sindaco di Radicondoli (SI) è stato nominato Presidente, mentre a ricoprire la carica di Vicepresidente è stata chiamata Elisa Bindi, anch’ella, come Bravi, già presente nel precedente CdA.

Unica new entry il sindaco uscente di Pomarance (PI), Loris Martignoni, a rafforzare la convinzione dell’Assemblea che a guidare il Consorzio debbano essere figure che abbiano una consolidata confidenza con la cosa pubblica.

Oggi, il Consorzio è una delle più importanti aziende pubbliche toscane, – ha dichiarato il neoeletto Presidente, Emiliano Bravi – ma riteniamo che questo possa e debba essere solo un punto di partenza per affrontare ancor più stimolanti sfide e raggiungere nuovi importanti traguardi nel nostro percorso di sviluppo aziendale”.

Non è mancato il riconoscimento e il ricordo per lo scomparso Piero Ceccarelli.

Il ‘Presidente’ Piero, è riuscito, con la collaborazione delle Amministrazioni e di tutta la struttura societaria, a creare una realtà solida, importante e collaudata e, in particolar modo negli ultimi anni, ad avviare un percorso che ha aperto nuove prospettive, aprendoci ad orizzonti molto più ampi” ha continuato Bravi “Penso a SestaLab, ma anche al Cluster Tecnologico Nazionale sull’Energia, al progetto GEOEnvi in ambito europeo e ad altre moltissime attività in cui il nostro ruolo non solo è molto importante, ma anche, in alcuni casi, fondamentale”.

Ci aspettano anni importanti” ha concluso il Presidente Bravi “di crescita e sviluppo, di sfide e di obiettivi da raggiungere, senza mai dimenticare che la nostra forza principale è quel territorio il cui sviluppo a tutto tondo è tra gli scopi statutari di CoSviG”.

Un grande in bocca al lupo al nuovo Consiglio di Amministrazione.

Ufficio Stampa CoSviG Scrl