Home Cosvig Centrale idroelettrica a Montegiovi: Primo disco verde dalla Provincia

Centrale idroelettrica a Montegiovi: Primo disco verde dalla Provincia

611
0
CONDIVIDI
Concessa la «Via» al progetto Enel, rivisto rispetto a quello di 2 anni fa

Fonte: La Nazione, Cronaca di Grosseto

Autore: Nicola Ciuffoletti

ENEL GREEN POWER ci riprova e presenta alla Provincia di Grosseto e al Comune di Castel del Piano, dopo due anni, il progetto di realizzazione di una centrale idroelettrica lungo il torrente Ente, in prossimità di Montegiovi, rispettoso di ttue quelle osservazioni allora sollevate da cittadini, enti pubblici, pescatori, ambientalisti e anche una parte di partiti politici locali. Enel ha dunque presentato un progetto per la realizzazione di una nuova centrale da 245 Kw vicino a Montegiovi, nelle vicinanze del podere le Bandite. Le opere in progetto sono già state sottoposte a procedura di Via (Valutazione impatto ambientale) e considerate compatibili. Il percorso autorizzativo ora prevede la conferenza dei servizi, già convocata per il 2 aprile alle 10.30 all’area Ambiente della Provincia. Entro i trenta giorni i portatori di interesse potranno far pervenire al responsabile del procedimento della Provincia le proprie osservazioni od opposizioni. «La centrale dovrebbe sorgere dove il torrente Ente incontra il torrente Vivo. afferma il primo cittadino di Castel del Piano, Claudio Franci Quando fu presentato la prima volta, circa due anni fa, il progetto suscitò le reazioni negative dei pescatori e altri soggetti che si sentirono coinvolti in questa vicenda. Enel ha dunque modificato il progetto e oggi torna la possibilità della centrale idroelettrica a Montegiovi. Siamo giunti quindi alla fase conclusiva, nei primi giorni di aprile si terrà la conferenza dei servizi e al momento appare che tutte le osservazioni che furono avanzate sono state accolte». UN PROGETTO che prevede anche la riqualificazione dell’intera area: «sarà rinnovata l’area di sosta adiacente al luogo dove i bagnanti in estate si recano per fare il bagno al fiume continua Franci inoltre il rilascio delle acque va a finire nel torrente Vivo e non nell’Ente. Si tratta comunque di una piccola centrale che produce energia pulita e che Enel rimette in rete. Parlo di energia pulita conclude Franci perché è la cascata dell’acqua che mette in moto la turbina».