Home Cosvig Le imprese geotermiche toscane hanno partecipato al Kenya Geothermal Congress di Nairobi,...

Le imprese geotermiche toscane hanno partecipato al Kenya Geothermal Congress di Nairobi, nell’ambito del progetto GEO-ENERGY EUROPE

Grazie al finanziamento ricevuto da CoSviG-DTE2V per l’internazionalizzazione delle PMI, due imprese del comparto geotermico toscano hanno partecipato ad uno dei principali congressi sulla geotermia del continente africano.

195
0
CONDIVIDI

Grazie al finanziamento ricevuto da CoSviG-DTE2V per l’internazionalizzazione delle PMI, due imprese del comparto geotermico toscano hanno partecipato ad uno dei principali congressi sulla geotermia del continente africano.


L’iniziativa, organizzata dalla Geothermal Association of Kenya, si è tenuta dal 12 al 17 luglio a Nairobi e ha visto la presenza di rappresentanti del settore di diversi paesi della rift valley africana, oltre ad alcuni delegati della comunità geotermica mondiale, interessati a sviluppare collaborazioni in questa regione.

Per GEO-ENERGY EUROPE, l’alleanza (metacluster) dei cluster geotermici europei della quale CoSviG-DTE2V fa parte e supportata dal COSME, il Programma dell’Unione Europea pensato per incrementare la competitività e la sostenibilità delle piccole e medie imprese, erano presenti i partner CoSviG-DTE2V, Capes, Geoscience Ireland e GEODEEP, che hanno supportato alcune delle loro imprese nella partecipazione al congresso di uno dei mercati geotermici più dinamici a livello globale.

L’obiettivo di questa partecipazione, che fa seguito agli scambi online, intercorsi tra GEO-ENERGY EUROPE e la Geothermal Association of Kenya durante gli ultimi due anni di pandemia, è stato quello di accelerare la cooperazione tra il settore geotermico kenyota e quello Europeo.

Presentazione di GEO-ENERGY EUROPE da parte di Dario Bonciani (CoSviG-DTE2V), durante la sessione generale del congresso

Tra gli aderenti al DTE2V, il Distretto Tecnologico Energia ed Economia Verde della Toscana, gestito dal Consorzio per lo Sviluppo delle Aree Geotermiche, erano presenti anche due imprese del comparto geotermico toscano: Steam Srl di Pisa e IdroGeo Service Srl di Certaldo.

Nonostante le sfide energetiche che si trovano ad affrontare il Kenya e l’Europa siano differenti, entrambi condividono alcune soluzioni rilevanti per la transizione energetica, come lo sviluppo di una risorsa locale come la geotermia, che sta assumendo una sempre maggiore strategicità nell’affrontare le sfide poste dall’attuale crisi dei costi energetici.

La regione della rift valley, infatti, presenta un elevato potenziale geotermico, che aspetta di essere utilizzato con tecnologie innovative come quelle testate o in fase di sviluppo in Italia ed in Europa.

Ciò sarà possibile solo grazie ad una stretta collaborazione con l’industria Kenyota, che presenta un elevato livello di know-how per la realizzazione e la gestione dei progetti.

Grazie alla loro partecipazione al congresso, le imprese geotermiche toscane ed europee hanno potuto approfondire la loro conoscenza degli attuali strumenti politici e normativi volti a promuovere lo sviluppo geotermico in Kenya. Durante il congresso si è parlato del ruolo del settore privato e dell’industria legata all’utilizzo del calore del sottosuolo, per la generazione elettrica, oltre che per gli usi diretti.

Visita del Principal Secretary, Ministry of Petroleum and Mining Mr Andrew N Kamau CBS allo stand di GEO-ENERGY EUROPE

Particolarmente interessante è poi stato il dibattito sulle opportunità offerte dall’Oil & Gas per il settore geotermico, nel quale vi sono importanti opportunità di collaborazione per alcune delle imprese che fanno di GEO-ENERGY EUROPE. Molto importanti per GEO-ENERGY EUROPE sono inoltre stati gli interventi dei rappresentanti del governo Kenyota, che hanno espresso interesse a supportare la costituzione di partenariati e a promuovere una maggiore presenza della geotermia nel mix energetico del paese.

Le sessioni tecniche e la visita sul campo ai sistemi geotermici di Olkaria, dove sono installati gli impianti oggi operativi nel paese, di Menegai, attualmente in fase di sviluppo, e a quello di Biringo, in fase di esplorazione, hanno invece consentito di conoscere meglio le caratteristiche dei campi geotermici e come viene utilizzata la risorsa in Kenya.

Con la visita al Kenya Geothermal Congress, le imprese presenti, sia toscane che europee, aderenti a GEO-ENERGY EUROPE, hanno avuto modo di avere visibilità, presentando le loro attività durante le differenti sessioni del congresso, oltre all’opportunità di effettuare numerosi incontri con i loro corrispettivi locali, per concretizzare nuove collaborazioni nel settore geotermico kenyota.