Home Notizie dai territori Videosorveglianza, a Monterotondo Marittimo al via i lavori del secondo stralcio

Videosorveglianza, a Monterotondo Marittimo al via i lavori del secondo stralcio

Videosorveglianza a Monterotondo Marittimo, al via i lavori del secondo stralcio

2053
0
CONDIVIDI
Prendono il via la settimana prossima, da lunedì 13 gennaio, i lavori relativi al secondo stralcio del progetto di videosorveglianza nel comune di Monterotondo Marittimo.
“La sicurezza sul territorio delle colline Metallifere viene gestita in forma associata dai Comuni di Monterotondo Marittimo, Massa Marittima e Montieri – dichiara Giacomo Termine, sindaco di Monterotondo Marittimo – questo ci ha consentito di migliorare sotto vari aspetti, primo tra tutti nell’attività di vigilanza. Anche il progetto di videosorveglianza viene gestito nell’ambito del servizio associato di polizia municipale dell’Unione. Le telecamere installate con il primo step del progetto hanno dato buoni risultati contribuendo all’identificazione dei responsabili di atti vandalici e furti. Il nostro è un territorio relativamente tranquillo e la presenza delle telecamere aumenta il livello di sicurezza percepito dai cittadini oltre ad essere un deterrente. Con il secondo step andiamo a intervenire nelle aree sensibili dei 3 comuni, rimaste ancora scoperte, comprese le frazioni”.
I lavori nel comune di Monterotondo Marittimo hanno richiesto un investimento di 34mila euro circa.
“Per quanto riguarda il nostro comune – spiega il sindaco Giacomo Termine– le telecamere saranno installate davanti alle scuole elementari e medie; in via Solferino, al parcheggio; davanti al Mubia e ai lavatoi. E poi due telecamere saranno posizionate nella zona del cimitero comunale per la lettura delle targhe delle auto che transitano sulla strada provinciale Bagnolo; due per la lettura delle targhe nella zona Lago Boracifero, due a Frassine e 2 nell’area camper. I lavori termineranno tra due settimane circa. L’accesso alle informazioni e alla registrazione dei filmati sarà regolarmente garantito alla Polizia locale, alla Polizia di Stato, alla Guardia di Finanza, ai Carabinieri e ai Carabinieri forestali. Le telecamere daranno, infatti, un prezioso aiuto per ricostruire in tempo reale le dinamiche di atti vandalici, per il controllo del traffico veicolare, ma anche nella prevenzione degli incendi boschivi dolosi e quindi per la protezione del nostro patrimonio ambientale.”