Home Geotermia News Geotermia: Chiusdino, a che punto è il progetto di teleriscaldamento geotermico per...

Geotermia: Chiusdino, a che punto è il progetto di teleriscaldamento geotermico per Montalcinello

La sindaca Bartaletti: «Abbiamo assunto un impegno congiunto tra Enel e Comune davanti alla comunità che sarà rispettato, lavorando in un clima di sinergia tecnico-istituzionale»

143
0
CONDIVIDI

La sindaca Bartaletti: «Abbiamo assunto un impegno congiunto tra Enel e Comune davanti alla comunità che sarà rispettato, lavorando in un clima di sinergia tecnico-istituzionale»


L’utilizzo diretto del calore custodito naturalmente nel sottosuolo è uno dei capisaldi per lo sviluppo sostenibile nel Comune geotermico di Chiusdino: il primo stralcio del teleriscaldamento è stato inaugurato lo scorso autunno, dopo un investimento da 4 milioni di euro provenienti dalle royalty geotermiche, e altrettanti saranno impiegati per il secondo stralcio, i cui lavori sono in corso.

Ma il teleriscaldamento arriverà anche nella frazione di Montalcinello, grazie ad altri 2 milioni di euro.

A confermarlo è direttamente la sindaca Luciana Bartaletti, che informa sugli sviluppi del progetto.

Luciana Bartaletti, sindaco di Chiusdino (SI)

«Abbiamo assunto un impegno congiunto tra Enel e Comune davanti alla comunità di Montalcinello che sarà rispettato, lavorando in un clima di sinergia tecnico-istituzionale, fondamentale per la realizzazione di progetti nasi delicati e di rilievo economico. Ribadiamo infatti la volontà dell’Amministrazione comunale di realizzare questa importante opera, ritenuta strategica per il paese di Montalcinello, un borgo incantevole, ma che oggi richiede una particolare attenzione in conseguenza della produzione geotermica realizzata in anni precedenti».

Su richiesta del Comune, è stato dunque fissato con la dirigenza di Enel Green Power un incontro in videoconferenza per venerdì 31 luglio, per fare il punto sullo sviluppo del progetto, inevitabilmente rallentato – ma non accantonato – a causa della pandemia da Covid-19.

«In primo luogo – come infatti la sindaca Bartaletti ha avuto modo di ragguagliare già nelle scorse settimane – proseguono i lavori di progettazione relativi alla realizzazione dell’impianto e dei passaggi dei sottoservizi, una prima ipotesi dei quali, redatta da Enel Green Power, è stata consegnata ai competenti uffici comunali che la stanno esaminando e migliorando per giungere nei tempi più rapidi alla sua versione definitiva che consentirà di mandare in gara l’esecuzione vera e propria dei lavori. Purtroppo stiamo ancora scontando il blocco generale derivato dall’emergenza sanitaria da Covid-19, che ha comportato notevoli rallentamenti in tutti i settori, primo fra tutti quello delle opere pubbliche. Ciò, quasi certamente, non ci consentirà di mantenere i tempi preventivati all’atto della stipula della convenzione sottoscritta a settembre 2018, tuttavia, nella fase attuale di ripresa e di riattivazione di tutta la progettualità pianificata dall’Amministrazione Comunale, il progetto di teleriscaldamento da impianto geotermico previsto per Montalcinello, riveste per noi un obiettivo primario, da conseguire nel più breve tempo possibile».