Home formazione Al via i nuovi corsi della Fondazione ITS Energia e Ambiente

Al via i nuovi corsi della Fondazione ITS Energia e Ambiente

La Fondazione, che vede CoSviG tra i partner, propone due percorsi formativi incentrati sullo sviluppo sostenibile: Eco Energy Tech e Net Energy Tech

597
0
CONDIVIDI

La Fondazione, che vede CoSviG tra i partner, propone due percorsi formativi incentrati sullo sviluppo sostenibile: Eco Energy Tech e Net Energy Tech


La Regione Toscana ha recentemente approvato i percorsi di Istruzione e formazione Tecnica Superiore (ITS) che saranno avviati nell’anno formativo 2019-20 con inizio entro il prossimo 30 ottobre.

Tra questi, spiccano per attenzione allo sviluppo sostenibile quelli promossi dalla Fondazione ITS Energia e Ambiente, che vede nella propria Giunta esecutiva Emiliano Bravi in qualità di presidente CoSviG (a sua volta partner della Fondazione): si tratta dei corsi biennali Eco Energy Tech (per Tecnico superiore per impianti e produzione di energia nell’economia circolare) e Net Energy Tech (per Tecnico superiore per l’efficienza energetica: gestione, manutenzione e controllo di impianti e reti di distribuzione).

I corsi, rispettivamente con sede a Colle di Val d’Elsa e Arezzo, sono stati presentati in questi giorni dal presidente della Fondazione, Francesco Macrì, dal presidente di Confindustria Toscana Sud delegazione di Arezzo, Fabrizio Bernini, e dall’assessore alla Scuola del Comune aretino Lucia Tanti.

«L’Its energia e ambiente – sintetizza Macrì sulle pagine del quotidiano locale La Nazione – è un’esperienza formativa altamente innovativa ed efficace e abbiamo deciso di offrirla anche ad Arezzo. Si tratta di un’opportunità di sicura occupazione per i giovani e di una rapida risposta alle aziende in termini di forza lavoro altamente specializzata, con forte motivazione imprenditoriale. Il mondo dell’impresa ha bisogno anche di questo per rispondere con efficacia alle sfide del mercato e per affrontare i cambiamenti imposti dai nuovi scenari economici».

A dimostrarlo i dati – su base nazionale – forniti dalla Regione secondo i quali quattro studenti su cinque tra coloro che hanno frequentato un percorso ITS di specializzazione tecnica post-diploma – esattamente l’80% -, ha trovato lavoro entro un anno dalla conclusione del percorso formativo.

Di questi, il 90% in un settore coerente con il percorso di studi effettuato.

In Toscana, poi, il dato è ancora più alto.

La percentuale di chi ha trovato lavoro, infatti, è dell’84,7%.

Ciò significa che, in Toscana, quasi nove studenti su dieci, nel giro di un anno dal conseguimento del titolo del corso ITS, hanno trovato un impiego, oltretutto nel settore per il quale si sono formati.