Home Cosvig Radicondoli. Il Comune pensa alle biomasse dopo la geotermia. Serviranno cinque milioni...

Radicondoli. Il Comune pensa alle biomasse dopo la geotermia. Serviranno cinque milioni di euro

628
0
CONDIVIDI
Prima dell’estate al via i lavori per il fotovoltaico

Fonte: Corriere di Maremma

Autore: Corriere di Maremma

Saranno avviati prima dell’estate i
lavori di costruzione dell’impianto fotovoltaico nel Comune di
Radicondoli. L’opera, per un investimento complessivo di circa 5
milioni di euro, sarà realizzata grazie ai finanziamenti della Banca
Monte dei Paschi e interesserà una superficie di circa 10 mila metri
quadrati, di proprietà della società Anqua srl, che ne gestirà
anche la realizzazione. Un’attenta valutazione dell’impatto
ambientale, con particolare attenzione alla sua localizzazione e alle
metodologie costruttive, ha permesso di scegliere i luoghi e le
modalità di realizzazione ottimali al territorio. Dopo la geotermia
e il fotovoltaico, l’amministrazione comunale sta già pensando alle
biomasse. “Radicondoli – afferma l’assessore ai lavori pubblici,
Flavio Lippi – vuole essere uno dei Comuni portabandiera delle
energie rinnovabili. L’impianto sarà uno dei più grandi della
Provincia e risponde agli obiettivi del progetto più ampio del
Comune, che vede la compresenza della geotermia, del fotovoltaico e,
in futuro, delle biomasse. La nuova risorsa – continua Lippi – sarà
anche un invito al turismo. Insieme agli impianti di geotermia,
infatti, potrà diventare tappa delle visite guidate, organizzate dal
museo – laboratorio didattico, Le energie del territorio di
Radicondoli. Le scelte – conclude l’assessore – legate all’impianto,
non sono state facili, ma siamo molto soddisfatti dell’ottimo
risultato raggiunto”. “Il Comune – afferma il vice sindaco
di Radicondoli, Loreno Cambi – è il primo Comune nella Provincia di
Siena e il secondo della Regione per la produzione di energia
elettrica da fonti rinnovabili, con una produzione pari a circa il 60
per cento del fabbisogno elettrico provinciale. Questo nuovo
investimento – continua il vice sindaco – rientra perfettamente
nell’idea di sviluppo di questo territorio che punta al
consolidamento della produzione di energia pulita, nel rispetto del
protocollo di Kyoto e a offrire valore aggiunto al crescente turismo.
Gli investimenti in geotermia, fotovoltaico, biomasse – conclude
Cambi – rafforzano in maniera inequivocabile la candidatura del
territorio nel panorama provinciale e regionale a Centro di
eccellenza per la Produzione di energia da fonti rinnovabili, luogo
dove, oltre che produrre energia, si potranno anche studiare,
sperimentare e produrre nuove tecnologie per un utilizzo proficuo e
corretto delle rinnovabili”. “L’impianto – dice
l’amministratore della Società Anqua srl, Andrea Pannocchieschi
d’Elci – è un investimento importante per la mia società ed è un
obiettivo raggiunto grazie all’accordo con il Comune di Radicondoli e
la Provincia di Siena. La mia società – conclude l’amministratore –
crede molto nelle energie rinnovabili e, in futuro, intendiamo
intraprendere sempre nuove iniziative che continuino a percorrere
questa direzione”.