Home Geotermia News Radicondoli: il Comune affida a CoSviG il nuovo sportello per i bandi...

Radicondoli: il Comune affida a CoSviG il nuovo sportello per i bandi comunali

Il vicesindaco Moda: «Tutto per facilitare lo svolgimento delle procedure e aiutare sempre più cittadini e imprese del territorio». Bravi: «È un ruolo tipico di CoSviG che siamo davvero orgogliosi di svolgere»

228
0
CONDIVIDI

Il vicesindaco Moda: «Tutto per facilitare lo svolgimento delle procedure e aiutare sempre più cittadini e imprese del territorio». Bravi: «È un ruolo tipico di CoSviG che siamo davvero orgogliosi di svolgere»


Il comune geotermico di Radicondoli ha deciso di affidare a CoSviG – il Consorzio per lo Sviluppo delle Aree Geotermiche, di cui l’Amministrazione è socia – un nuovo sportello per i bandi comunali, con l’obiettivo di gestire le pratiche relative ai bandi e fare front office (per 20 ore settimanali) e un collegato servizio in back office per l’espletamento delle attività di istruttoria e gestione delle istanze.

Si tratta di un servizio che si collocherà presso la sede del Comune di Radicondoli in via Gazzei, nell’area dove attualmente è localizzato l’Ufficio Anagrafe, e che andrà avanti fino al 31 dicembre 2022, alla scadenza dei bandi lanciati dal Comune di Radicondoli a inizio anno.

«Lo sviluppo socio economico locale è la priorità – dichiara il vicesindaco di Radicondoli, Luca Moda – tra i temi di cui lo sportello si occuperà c’è il bando da 125.500 euro per le attività economiche, per sostenere spese di investimento delle imprese del territorio che si impegnano a rimanere qui per tre anni, e poi il bando nuove attività con un investimento da 114mila euro e contributi fino a 8mila euro per chi apre una nuova impresa. Tutto questo per facilitare lo svolgimento delle procedure e aiutare sempre più cittadini e imprese del territorio».

Più nel dettaglio, il Comune ha deciso di procedere per l’affidamento al Consorzio dopo averlo individuato come un ente giuridico idoneo a realizzare “servizi strumentali” – come lo sono anche la produzione di beni e servizi, e le attività di committenza – a favore degli enti pubblici soci, secondo il modello dell’ in-house providing.

Si tratta dunque di un ulteriore passo nel solco della trasformazione – di cui si è reso protagonista il CoSviG nel corso del 2020 -, mettendosi a disposizione come una vera e propria società “in house” per i propri soci: un percorso chiesto a CoSviG dai soci nel 2016 affrontato con risolutezza nell’ultimo anno e culminato con il riconoscimento da parte dell’ANAC.

«CoSviG è diventata società in house per i Comuni dell’area geotermica e per la Regione – spiega Emiliano Bravi, presidente CoSviG e già sindaco di Radicondoli – Con questo ruolo stiamo gestendo lavori pubblici e bandi del territorio destinati allo sviluppo delle energie rinnovabili e del territorio più in generale. In questa veste, gestiremo anche alcuni bandi legati allo sviluppo del Comune di Radicondoli diventando, di fatto parte operativa e tecnica per conto del comune, gestendo pubblicazione del bando, istruttoria, affidamenti. È un ruolo tipico di CoSviG e che siamo davvero orgogliosi di svolgere per facilitare le pratiche, renderle più veloci e sostenere il territorio per il quale lavoriamo».