Home Geotermia News La Regione a Monterotondo Marittimo per il Consiglio comunale aperto sulla geotermia

La Regione a Monterotondo Marittimo per il Consiglio comunale aperto sulla geotermia

Termine: «La geotermia deve rivestire un ruolo cardine per essere maggiormente indipendenti dalle risorse energetiche estere non rinnovabili»

427
0
CONDIVIDI

Termine: «La geotermia deve rivestire un ruolo cardine per essere maggiormente indipendenti dalle risorse energetiche estere non rinnovabili»


Il presidente del Consiglio regionale della Toscana, Antonio Mazzeo – accompagnato dall’assessore Leonardo Marras e dalla consigliera Donatella Spadiha partecipato nei giorni scorsi al Consiglio comunale aperto di Monterotondo Marittimo, dedicato alla geotermia.

Una risorsa che, è stato ricordato, può essere strategica, ma per la quale occorre trovare il giusto equilibrio tra sviluppo e tutela dell’ambiente e, al pari di quanto fatto con la pandemia, tenere insieme salute e lavoro.

Geotermia e turismo, ha ricordato il presidente, possono essere due facce della stessa medaglia e la sfida da cogliere nel prossimo futuro è quella energetica: la Toscana, infatti, ha tutte le condizioni per essere autosufficiente e non dipendere da altri.

«Oggi più che mai, anche su un piano di programmazione energetica nazionale – dichiara nel merito il sindaco Giacomo Termine la geotermia deve rivestire un ruolo cardine per essere maggiormente indipendenti dalle risorse energetiche estere non rinnovabili. Ma noi pensiamo che, oltre ad un piano di investimenti da parte del concessionario, la risorsa geotermica debba essere vista come l’elemento di crescita e sviluppo delle comunità. Sarebbe miope concentrare lo sguardo solo sugli investimenti degli impianti di produzione geotermica, poiché senza una visione finalizzata a creare delle comunità energetiche, senza agevolare usi plurimi con la cessione del calore, senza prevedere meccanismi incentivanti per attrarre investimenti di aziende private, senza tutto questo non si offrirebbe una vera prospettiva positiva alla nostra area geotermica. Questa modalità e capacità di programmazione, insieme alla Regione Toscana può sicuramente portare ad esercitare un ruolo centrale per le periferie e le aree interne. Abbiamo molti esempi in provincia, basti pensare a comuni come Santa Fiora e Montieri. Monterotondo Marittimo è partito da tempo per portare avanti questo nuovo modello di sviluppo, contando sulle proprie risorse di cui la prima, la geotermia, ha la Regione come partner strategico», conclude Termine.